Recupero IRAP

Da oltre 10 anni recuperiamo con successo l’IRAP indebitamente versata dai medici convenzionati con il servizio sanitario nazionale e dagli altri professionisti per i quali non sussiste il presupposto di imposta.

Per i medici di base e per gli architetti operiamo in base ad una convenzione con le rispettive società di categoria.

La documentazione necessaria all’instaurazione del procedimento è la seguente

  • Originale procura notarile ,come da modello fornito dal nostro studio;
  • 1 copia semplice tesserino iscrizione all’ordine dei medici;
  • Dichiarazione che la propria attività professionale viene svolta senza “struttura organizzata” (dipendenti non occasionali – beni ammortizzabili di particolare entità), come da modello fornito dal nostro studio;
  • Copia istanza di rimborso con ricevuta di ritorno (se mandata via posta) o con ricevuta di protocollo (se portata a mani all’Ufficio) in originale;
  • Copia semplice dei modelli di pagamento F24 relativi all’IRAP;
  • Copia semplice dei quadri RE relativi ai  Modelli Unico degli anni per cui si richiede il rimborso;
  • Copia semplice registro beni ammortizzabili per gli anni per cui si richiede il rimborso;
  • Copia semplice registro IVA acquisti per gli anni per cui si richiede il rimborso;
  • Copia semplice di un documento di identità valido.
  • Copia eventuali ricevute pagate a terzi per collaborazione occasionale o prestazioni di servizi (quadro RE rigo RE 12 se ci sono)
  • Copia eventuale contratto dipendente

Proponiamo con successo ricorsi ex Legge Pinto per l’eccessiva durata dei processi.

Il diritto all’indennizzo sorge se il procedimento di I grado ha superato i 3 anni, quello d’appello i 2 anni e quello di cassazione un anno.

Con la modifica legislativa operata nel 2012 è necessario attendere la conclusione del procedimento di cui si lamenta l’eccesiva durata per potersi attivare per ottenere l’indennizzo; dalla conclusione si hanno solo 6 mesi di tempo per proporre ricorso.

E’ quindi necessario che il Cliente che abbia il sospetto di poter agire per l’indennizzo contatti prontamente lo Studio in modo da poter avere un’assistenza tempestiva.

Per questi casi viene proposta la formula del solo anticipo dei costi vivi, con pagamento del compenso solo all’esito positivo del procedimento.

Lo Studio si occupa in maniera specializzata della trattazione dei casi di malasanità .

Per approfondimenti sulle casistiche: www.erroredelmedico.it

Lo Studio ha maturato una notevole esperienza in materia ed offre sia consulenza ed assistenza sia sul piano stragiudiziale (anche prima della conclusione dei contratti con la Banca, per valutarne la legittimità ed opportunità) che sul piano giudiziale, anche con il supporto di consulenti tecnici qualificati.

Lo Studio si occupa di consulenza nella redazione di tutti i principali contratti previsti dal codice civile, con particolare attenzione alle locazioni ed alle compravendite immobiliari, anche attraverso la cooperazione con studi notarili.

Offriamo una consulenza mirata alla gestione del proprio patrimonio, anche in ottica successoria.

Ci occupiamo anche della tutela, sia in sede stragiudiziale che giudiziale, delle pretese ereditarie.

Lo Studio, da quando fu fondato, si occupa di questioni di diritto di famiglia. Ogni anno, numerosi sono i giudizi di separazione e divorzi seguiti. L’impegno dei professionisti consiste principalmente in un’attenta valutazione della situazione globale della famiglia, in collaborazione, ove occorra, con fiscalisti e psicologi, finalizzata a trovare per i clienti soluzioni il più pacifiche possibili e durature. Lo studio si è adeguatamente predisposto all’utilizzazione del nuovo istituto della “negoziazione assistita”, volto a raggiungere risultati in tempi più brevi e secondo modalità più snelle del tradizionale ricorso ai tribunali.

Lo studio offre assistenza per le difese in materia penalistica per tutti i gradi di giudizio, innanzi al Giudice di Pace, al Tribunale sia in composizione monocratica che collegiale, in Appello e in Cassazione.

In particolar modo viene prestata consulenza ed assistenza durante tutto l’iter previsto e disciplinato dalla legge n. 67 del 28 aprile 2014,  che ha introdotto per determinati tipi di reato, quali ad esempio la guida in stato di ebbrezza, l’istituto della messa alla prova: l’imputato può chiedere la sospensione del procedimento a suo carico, dopo di ché viene affidato all’ufficio di esecuzione penale esterna (UEPE) per lo svolgimento di un determinato programma di trattamento. All’esito positivo del trattamento stesso, l’imputato ottiene l’estinzione del reato.

Lo Studio si occupa anche con successo del recupero crediti in maniera qualificata, operando anche sui crediti vantati nei confronti della Pubblica Amministrazione da più di vent’anni.

Anche nel periodo del blocco dei pignoramenti nei confronti della PA è riuscita a recuperare importanti importi grazie alle transazioni condotte a termine con successo con gli enti debitori ed alla proposizione dei giudizi di ottemperanza.