Per reversibilità si intende il trasferimento della pensione dal pensionato deceduto ai coniugi, figli e nipoti minori.

Possibili criticità possono esserci nel caso di conflitto tra più soggetti che hanno interesse a percepire la pensione di reversibilità; è il caso del conflitto tra il coniuge del defunto divorziato (ma non risposato) ed il coniuge del de cuius, sposato in seconde nozze.

Per maggiore chiarezza:

– Se il coniuge superstite divorziato riscuoteva l’assegno divorzile e né lui, né il coniuge defunto, si erano risposati nulla questio: è pacifico il suo diritto a chiedere la pensione di reversibilità, sempreché l’ex coniuge defunto avesse cominciato a lavorare prima del divorzio.

– Se invece il coniuge superstite divorziato riceveva l’assegno divorzile e non si era risposato, ma il coniuge defunto invece sì, allora il primo dovrà dividere la pensione con il nuovo coniuge dell’ex; nello specifico sarà il Tribunale a stabilire la quota spettante all’uno ed all’altro, avuto riguardo a diversi aspetti, come la durata del matrimonio, la condizione economica dei soggetti coinvolti ecc..

In questo contesto il Tribunale di Roma con sentenza n.58/2015 ha aggiunto che nel compiere la suddetta valutazione il giudice di merito possa applicare correttivi di tipo equitativo di modo che il criterio della durata della vita matrimoniale non sia necessariamente prevalente; in buona sostanza il giudice può giudicare secondo equità per ricondurre appunto la contesa ad un esito più proporzionato e giusto.

Alcuni di questi correttivi equitativi consistono nel fatto di non considerare solo la durata del matrimonio ma anche, ad esempio, nel dare valore al fatto che un soggetto, per prestare assistenza personale al defunto durante il periodo di convivenza more uxorio, abbia dovuto sacrificare la propria vita lavorativa, attribuendo pertanto il giusto peso anche al periodo di convivenza precedente alle seconde nozze.

TYP-390728-3336971-badanteg

 

 

 

 

 

 

(immagine tratta da http://www.lastampa.it/)

26 maggio 2015

PENSIONE E REVERSIBILITA’, CONIUGE SUPERSTITE E CONIUGE DIVORZIATO

Per reversibilità si intende il trasferimento della pensione dal pensionato deceduto ai coniugi, figli e […]