Il pregiudizio di carattere esclusivamente pecuniario non integra gli estremi della irreparabilità necessaria ai fini della concessione del provvedimento d’urgenza, in quanto la reintegrazione di un diritto di credito è possibile in forma specifica. Solo in casi eccezionali, i crediti pecuniari possono formare oggetto di provvedimenti d’urgenza, ossia solo laddove sia particolarmente difficile la determinazione dell’ammontare del risarcimento o quando questo sia di entità tale che il pagamento determinerebbe la lesione di altri diritti assoluti o sarebbe difficilmente ripetibile in relazione alle dimensioni patrimoniali della parte resistente (Tribunale di Roma, ordinanza, 25 giugno 2015).

30 giugno 2015

Provvedimenti d’urgenza – Danno grave ed irreparabile – Pregiudizio avente carattere pecuniario – Esclusione – Eccezioni.

Il pregiudizio di carattere esclusivamente pecuniario non integra gli estremi della irreparabilità necessaria ai fini […]
8 giugno 2015

RISARCIMENTO: I VIZI DELL’AUTOMOBILE

Per chi ha acquistato un’ automobile nuova ed ha appreso dai media informazioni sul malfunzionamento […]
5 giugno 2015
rimedio risarcitorio

IL RIMEDIO RISARCITORIO DAVANTI AL GIUDICE CIVILE PER IL DETENUTO CHE ABBIA SUBITO UN TRATTAMENTO INUMANO E DEGRADANTE

In data 21.08.2014 è entrata in vigore la legge dell’11 agosto 2014, n.117, di conversione […]
25 maggio 2015

DIRITTO ALLA SALUTE E MEDICINA DIFENSIVA

DIRITTO ALLA SALUTE E MEDICINA DIFENSIVA IL DANNO DA PERDITA DELLA VITA Sentenza Corte di […]